Istituto Stendhal

Gemellaggio tra Scuole: L’Istituto Stendhal di Civitavecchia e la Scuola Media Melone di Ladispoli collaborano con Scuolambiente

 

Continua e si approfondisce la collaborazione tra la Scuola Media “Corrado Melone” di Ladispoli e l’I.S.S. “Stendhal” di Civitavecchia.Anche quest’anno, grazie al progetto “Il Mare racconta” proposto da Beatrice Cantieri di Scuolambiente, gli studenti delle due scuole con le loro insegnanti si incontreranno a Civitavecchia per visitare il Porto e il sito naturalistico e archeologico “La Frasca”. (altro…)

Entra nel vivo il progetto “Ambiente e Territorio” all’Istituto Stendhal

I ragazzi dell'Istituto Stendhal.
I ragazzi dell’Istituto Stendhal.

“Conoscere per amare” questo è lo slogan del progetto Ambiente e Territorio dell’Istituto Stendhal, indirizzo Alberghiero “Cappannari” e Turistico “Croce”. Le iniziative di questi giorni all’ Istituto Stendhal sono quindi incentrate sullo studio del territorio in ogni suo aspetto: dalla storia antica, alla conoscenza dei prodotti locali in funzione di una sana alimentazione. Così nascono una serie di conferenze condotte dal nutrizionista dott. Segnini e dal  dottor Massimo Bistacchia, biologo marino convertito all’agricoltura, fino alla mostra Navalia con le sue straordinarie ricostruzioni di archeologia marina. (altro…)

Al via l’alternanza Scuola-Lavoro per l’Istituto Stendhal

alternanznaGli studenti dell’Istituto Stendhal indirizzo Alberghiero Cappannari e Turistico Croce pronti ad essere inseriti nelle strutture ricettive e ristorative del territorio per quindici giorni di alternanza scuola – lavoro. “Quest’anno ci sono molte novità per questo progetto, abbiamo previsto di inserire gli studenti di terza e quarta nelle strutture ricettive del territorio” spiega il professor Luigi Vozza, responsabile del progetto “per le classi quinte invece abbiamo due opzioni: Villaggi Valtur per la montagna e strutture ricettive in Sicilia, i ragazzi saranno impegnati in sala, cucina e nelle reception degli hotel, dove faranno anche attività di animazione e di intrattenimento”. (altro…)

Istituto Stendhal e Slow Food per valorizzare la Pizza di Pasqua Una collaborazione tra l'Alberghiero e la condotta locale di Tolfa - Civitavecchia

pizza di pasquaVenerdì 29 alle ore 11,00, presso l’auditorium dell’Istituto Stendhal, prende il via il progetto “La pizza di Pasqua di Civitavecchia nell’Arca del Gusto”. L’idea nasce dalla collaborazione tra la condotta Slow Food Monti della Tolfa – Civitavecchia e l’indirizzo Alberghiero dell’Istituto Stendhal per la valorizzazione del tipico dolce pasquale cittadino.

“Abbiamo accolto con entusiasmo la proposta di Ansidoni della condotta locale di Slow Food perché siamo convinti che la tradizione culinaria si intreccia fortemente con la cultura e la storia di ogni territorio” – spiega la Dirigente Scolastica Stefania Tinti: infatti sono coinvolti nel progetto in molti, tra cui la Federazione Italiana Cuochi, la Società Storica Civitavecchiese, l’Accademia della Cucina e l’Amministrazione Comunale nella persona dell’Assessore D’Antò che sarà presente alla manifestazione.

“Ma non vogliamo rivolgerci solo agli esperti” – afferma Alessandro Ansidoni – “ci piacerebbe che a questo incontro, che lancia il progetto, partecipassero, oltre ai panificatori e ai pasticceri, tutti i cittadini che in qualche modo possono portare un contributo, un consiglio, un ricordo”.

Durante l’incontro di venerdì sarà infatti presentato uno spazio multimediale, all’interno del sito web della scuola dove saranno raccolti tutti i contributi (video, fotografie, ricette ed altro) che i cittadini vorranno inviare. “Vogliamo creare un evento cittadino che coinvolga tutta la popolazione e che costituisca una sorta di memoria storica legata alla cultura alla tradizione e all’enogastronomia” – conclude la Preside Tinti.

L’Istituto Stendhal apre le porte agli studenti delle medie

PER NEWS -OPEN NIGHT-RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO. Venerdì 11 dicembre alle 18,30 nella sede di Via della Polveriera 2, l’Istituto Stendhal presenterà tutte le attività della scuola, nei suoi tre indirizzi Economico, Turistico e Alberghiero, alle famiglie e agli studenti e delle Scuole Medie del comprensorio. “Abbiamo voluto organizzare una serata aperta per far conoscere tutte le potenzialità della nostra scuola, un Istituto rinnovato nelle strutture e con una serie di progettazioni completamente integrate nella realtà territoriale, aperte all’Europa e proiettate nel futuro” spiega la Dirigente Scolastica professoressa Stefania Tinti. Il programma della serata, elaborato dagli studenti e dagli insegnanti, prenderà avvio con la visita alle mostre fotografiche, la proiezione di video che mostrano i ragazzi impegnati nelle diverse attività specifiche dei tre indirizzi di studio, Tecnico Economico “Baccelli” tecnico Turistico “Croce” e Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera “Cappannari” e terminerà con la degustazione di un buffet nella nuova “Sala Molinari”. “Ci è piaciuto immaginare la serata come un viaggio tra passato e futuro: dalle le radici del nostro territorio per attraversare l’Europa con le attività dell’ Erasmus plus per arrivare alle progettazioni finalizzate alla formazione dei futuri cittadini e professionisti. Siamo convinti che la scuola debba essere in grado di guardare oltre il presente, di fornire gli strumenti per la crescita di una comunità consapevole, che possa essere protagonista della crescita economica e sociale di questa nostra società” continua la Preside Tinti. “I docenti e gli studenti hanno lavorato davvero con impegno per la realizzazione di questa presentazione che vuole essere un’occasione per le famiglie e gli studenti di conoscere da vicino tutte le opportunità che il nostro Istituto offre alla comunità”.

IIS Stendhal: una scuola per l’Europa

erasmusRiceviamo e pubblichiamo. Sono pronti per partire, destinazione Spagna, Polonia e Portogallo, le ragazze e i ragazzi dell’Istituto Stendhal che partecipano ai progetti Erasmus plus. “Abbiamo già concluso la prima fase” spiega la Dirigente Scolastica Stefania Tinti “I docenti si sono incontrati con i loro colleghi delle scuole europee e hanno pianificato il lavoro da svolgere”. I tre Erasmus plus sono infatti progetti di lavoro per gli studenti che seguiranno tre percorsi diversi di studio e di approfondimento. “Sono tutti e tre molto interessanti” continua la Preside Tinti  “il primo punta migliorare le competenze digitali degli insegnanti e degli studenti, con particolare riferimento alle risorse educative aperte, il secondo si basa sulla valorizzazione dell’intelligenza emotiva, mira a sviluppare l’ autoimprenditorialità attraverso l’alternanza scuola/lavoro. Il terzo infine ha lo scopo di ridurre l’insuccesso e l’abbandono scolastico attraverso un lavoro sulle competenze di  base, in particolare sulla risoluzione dei conflitti interculturali, mediazione tra pari e ogni altro tipo di conflittualità” Naturalmente tutti i lavori si svolgono in inglese, quindi fondamentale è la conoscenza e l’implementazione della lingua. Il progetto che si articola su due / tre anni scolastici prevede circa quindici mobilità di studenti per un totale di 75 studenti che viaggeranno e circa 250  studenti europei che saranno ospitati a Civitavecchia. “Gli studenti hanno già cominciato a conoscersi e a dialogare tra loro attraverso la rete e sono davvero entusiasti di questa possibilità che viene loro offerta, naturalmente il progetto è completamente finanziato dai fondi europei e quindi assolutamente gratis per gli studenti” conclude la Preside Tinti.