Tag Archivio: Noi con Salvini

Ncs Santa Marinella, commercianti locali tartassati mentre gli  abusivi dilagano.

In questi giorni alcuni bar di Santa Marinella sono stati soggetti a controlli dalle autorità preposte per verificare il rispetto delle varie  autorizzazioni. Molti di questi commercianti si sono sentiti vessati da questi controlli serrati e tante lamentele sono arrivate alle orecchie di alcuni esponenti di Noi con Salvini Santa Marinella che sono intervenuti in merito alla spinosa questione. Continua a leggere

Politica: una settimana ricca di interventi. I nomi, dai più ai meno citati

Si alzano le temperature e così anche le pressioni all’interno della giunta Bacheca, ma in generale nella politica cittadina.

Al primo posto della classifica indubbiamente la vicenda Passerini e Bronzolino con la lettera interna alla maggioranza in cui l’esponente di Fratelli D’Italia si lamenta nei confronti dell’assessore ai lavori pubblici addebitando ad esso tutte le gravi difficoltà del territorio, dal campo sportivo a Via delle Colonie.

Al secondo posto Bacheca e Toppi, quest’ultimo, dichiarato nel gruppo misto insieme al consigliere Vergati ha ricordato al Sindaco i “tempi belli” in cui vi era profonda stima per il lavoro svolto da consigliere  senza però sorvolare sul fiasco politico dell’intera amministrazione Bacheca che, dal canto suo, descrive l’ex consigliere come inadeguato per la delega affidata e legato solo a vicende personali, senza nessun beneficio per la città.

Tra i nomi di questa settimana compare anche Marta Grande, esponente nazionale del M5S che ha fatto visita alla scuola Carducci, accompagnata da Massimo Padroni,  per verificare la situazione degli impianti, dichiarandosi sconcertata dalle condizioni attuali in cui versa l’istituto. Ma non è il solo esponente esterno che questa settimana ha fatto visita alla Perla del Tirreno: tra i nomi di questi giorni compare anche quello di Alessandro Battilocchio, ex europarlamentare, presente, con le bandiere di Forza Italia, al convegno organizzato dal Sindaco Bacheca a favore dei balneari. Lo stesso Battilocchio ha presenziato anche alla processione in onore di Santa Severa, di domenica, oltre a varie iniziative al seguito del Sindaco Bacheca, scoprendo, dunque, a poco a poco, l’amore per la nostra città.

Dopo le prime posizioni  calde compare Alfredo De Antoniis, rappresentante di Noi con Salvini Santa Marinella, che ha affrontato i temi salienti della “scuola salviniana” portando in piazza professionisti e politici del territorio, con approfondimenti alla politica locale ed alla futura campagna elettorale in arrivo. Rimane stabile Emanuele Minghella, che dopo uno scontro di opinioni in merito alla farmacia che lo vede tirato in ballo nonostante la delega appartenga al consigliere comunale Eugenio Fratturato, si gode la soddisfazione dell’accordo sul Castello di Santa Severa e punta alla sfilata dei carri. Non perde posizioni neanche Andrea Bianchi, esponente del PD di Santa Marinella, che, oltre alle dichiarazioni all’ultimo consiglio comunale nei confronti del bilancio, non annuncia azioni politiche prossime, come già dichiarato in una nostra recente intervista. 

In netta discesa il nome di Pietro Tidei che, sembrerebbe, da voci di corridoio, candidato sindaco per il centro-sinistra nel 2018. In discesa anche lo stesso Massera e Paola Rocchi, di cui non sentiamo l’opinione da qualche tempo, dopo le contestazioni del bando sulla Perla del Tirreno e sui rifiuti. In fondo alla classifica risiedono indubbiamente le parole Estate e Turismo, che sembra non interessino a nessuno, tanto meno alla delegata Befani che, a stagione iniziata, ancora non ha reso pubblico un cartellone degli eventi per la città.

NCS: “Sconto sul suolo pubblico per i commercianti”

 

Il simbolo di Noi con Salvini Santa Marinella.

 Con l’arrivo della bella stagione si ripresentano in città le varie problematiche legate al turismo e di conseguenza ai  disagi dei commercianti che con il passare degli anni vedono alternarsi stagioni estive  con introiti minori.“Siamo in prossimità della stagione turistica e anche quest’anno ci preme la sorte incerta della nostra economia locale, visti gli scarsi risultati di questi ultimi anni”. Continua a leggere

NcS: “Se Bacheca non vuole più fare il sindaco, dia le dimissioni e si occupi di immigrazione come mestiere”

“Se Bacheca non vuole più fare il Sindaco, dia le dimissioni e si occupi di immigrazione come mestiere”. Non si placa la polemica tra il gruppo locale di Noi con Salvini ed il Sindaco Bacheca. Al centro della diatriba le proteste dei primi contro il progetto SPRAR e l’accoglienza di circa 40 rifugiati nella città di Santa Marinella.  Proteste che il Sindaco Bacheca ha respinto fermamente, ribadendo l’efficacia e la funzionalità del progetto sia a livello integrativo che umanitario.  “Siamo esterrefatti dalle dichiarazioni nervose e scomposte di Bacheca, prive di un minimo di contenuto e sintomo di grande nervosismo, che, peraltro, non può che farci piacere” dichiarano da Noi con Salvini.  

“Abbiamo acceso i riflettori su una situazione che riguarda i cittadini di Santa Marinella, perché a differenza sua, viviamo la nostra città e cerchiamo di difenderla dalle usurpazioni che lui stesso sta perpetrando sotto mentite spoglie. Grandissima è stata la soddisfazione ieri, quando, alla nostra segreteria sono giunti i ringraziamenti dei cittadini che ci avevano rivolto la segnalazione per cercare aiuto, sottolineando che, dopo aver letto la risposta di Bacheca, sono rimasti più che atterriti, sperando che il primo cittadino si alzi dalla poltrona di Via Rucellai per farsi un giro nei suoi luoghi d’infanzia”.

“Sta di fatto che il Sindaco, – proseguono – invece di preoccuparsi dell’ordine pubblico e del benessere dei cittadini l’ha buttata in politichese, attaccando il nostro segretario cittadino, che come molti altri militanti fa parte del nostro gruppo. È bene che sappia, però, che i residenti di via della Fornacetta, sono esausti”, residenti che si sarebbero lamentati con gli esponenti di Noi con Salvini a quanto pare, mentre da parte dei responsabili del progetto SPRAR invece, è stata smentita l’ipotesi di una concentrazione presente solo in via della Fornacetta. “Se è vero che non ci sono rifugiati SPRAR a Via della Fornacetta, – proseguono – la cosa è ancora più grave, perché vuol dire che Bacheca non conosce nulla di questa città, preso com’è ad approvare project financing e a cercare di mettere le toppe su Via delle Colonie, oltre ad indebitare tutti noi per rimettere a posto la piscina comunale costruita malissimo pochi anni or sono”. 

“Chiediamo ufficialmente di rendere il progetto SPRAR, trasparente. Vorremmo sapere da quale Paese provengono i clandestini\rifugiati e quanti dei 661 mila euro all’anno vengono spesi per integrazione; come vengono spesi quei soldi e come sono distribuiti sul territorio cittadino, vorremmo saperlo in modo dettagliato, come vorremmo sapere se sia l’ARCI o il Comune ad individuare gli alloggi e le zone ed in base a quale criterio”. Secondo il Gruppo locale “ci dovrebbe essere la stessa trasparenza che ricade in capo alle pubbliche amministrazioni, visto che la spesa degli affitti è coperta con fondi pubblici. L’ARCI o il Comune ha mai fatto un avviso alla cittadinanza destinato ai proprietari di immobili che vogliano destinarli all’accoglienza? O la scelta è per conoscenza diretta”?

Ma l’attenzione degli esponenti di Noi con Salvini si concentra soprattutto sulla gestione del progetto SPRAR e non sembra intenzionato a cambiare idea: “Visto che a dicembre è stato dato l’indirizzo di fare una nuova gara d’appalto per individuare il soggetto che gestirà lo SPRAR per i successivi anni, siamo curiosi di capire cosa ci aspetterà per il futuro. Invece di tacere su cose importanti e rispondere solo in modo volgare quando si sente in colpa, ci risponda su questo (il Sindaco n.d.r.), visto che i cittadini di Santa Marinella ogni anno spendono 661.000 euro, per ospitare 40 profughi, che l’ARCI, a livello organizzativo, e il gruppo dell’Ancora di Eugenio Fratturato, a livello politico, gestiscono”.

“Ricordiamo che il progetto SPRAR è finanziato in parte dal governo e in parte dal nostro comune, lo stesso governo che prende i soldi dal nostro bilancio per il fondo di solidarietà; in poche parole i soldi escono dalle casse comunali, vanno in quelle dello stato che poi ce li rida in parte per gestire i profughi”.

“Attendiamo fiduciosi una risposta -concludono- sperando che lasci perdere le casacche politiche del quale lui stesso, nell’armadio ne ha una vasta scelta e decidendo, a buon bisogno, quale indossare ogni mattina in attesa di capire quale le sia più utile per la candidatura alle regionali, ma, piuttosto, dia risposte ai cittadini esasperati.

Noi con Salvini Santa Marinella.

Arci: “Le dichiarazioni di Noi con Salvini non meritano risposta”. Dura risposta del Comitato: "Articolo privo di verità, ma pieno di odio e razzismo".

Anche l’ARCI Comitato Territoriale di Civitavecchia, nonché ente attuatore del progetto . SPRAR di Santa Marinella e Tolfa, interviene duramente sulle dichiarazioni di Noi con Salvini:  “Riteniamo che l’articolo pubblicato  su Tele SantaMarinella.TV in data 30 gennaio 2017 a nome del gruppo  “Noi con Salvini” non sia degno di risposta in quanto privo di contenuti e di verità e colmo di odio e di razzismo”. Continua a leggere

“Sul progetto di accoglienza lette idiozie indicibili”. Bacheca e Alfè : "Da De Antoniis informazioni false,fuori da ogni immaginazione".

Marcella Alfè

Il Sindaco Roberto Bacheca e l’Assessore Marcella Alfè replicano agli esponenti di “Noi con Salvini” in merito al progetto SPRAR. “Innanzi tutto – affermano – ci piacerebbe sapere da dove attinge le informazioni il sig. De Antoniis, visto e considerato che, dagli elenchi ufficiali non risulta in alcun modo la presenza di rifugiati collegati al progetto SPRAR in zona Fornacetta. Continua a leggere

Noi con Salvini: in via Della Fornacetta lo SPRAR non funziona. Cittadini esasperati.

Torna a farsi sentire il gruppo politico di Noi con Salvini di Santa Marinella, che interviene  in merito al progetto Sprarr. “Ogni giorno arrivano segnalazioni da parte della cittadinanza che sottolineano la distanza del nostro comune dai suoi cittadini”.  “Mentre gli amministratori promettono attraverso mezzo stampa la fine di lavori decennali con una spesa infinita di soldi pubblici,- affermano-  ci sono cittadini esasperati e sfiduciati da situazioni inverosimili.  Come la situazione venutasi a creare a Via della Fornacetta, con soggetti che creano disturbo agli abitanti, immondizia incontrollata e spaccio”.   Secondo il movimento locale Noi con Salvini gli abitanti del quartiere sarebbero  “persone anziane sotto continuo ricatto; costrette a barricarsi dentro le proprie abitazioni. Il  progetto  Sprarr è profumatamente pagato dai cittadini di Santa Marinella ben 616.000 euro l’anno, e secondo noi  va  tenuto  sotto controllo”. “Manca di inclusione sociale – aggiungono- e unito alla mancanza di attenzione che l’Amministrazione ha verso quella zona della  città, si è creata una bidonville, svalutando i prezzi delle case e costringendo i cittadini a vivere nell’insicurezza e nell’esasperazione “.

“ Chiediamo al Comune di fare il possibile per mettere sotto controllo chi abita sotto forma di rifugiato in quella via cittadina e se possibile prevedere una redistribuzione dei rifugiati in altre zone della città , anche se per noi  la cosa migliore sarebbe uscire dallo SPRAR . Non capiamo perché  la maggior parte dei clandestini\rifugiati gestiti dallo Sprarr debba vivere nei rioni Fiori e Valdambrini.  Chiediamo un intervento immediato – concludono- affinché chi paga le tasse e vuol vivere in pace non sia abbandonato”.

il gruppo di Noi con Salvini DI Santa Marinella

Noi con Salvini: “Stabilimento ‘’perla del tirreno’’, non si vincola un bene pubblico per 15 anni”.

Lo stabilimento “Perla del Tirreno”

” Il  project financing per la gestione della perla del tirreno è sbagliato e non ha nessuna programmazione del futuro di questa città ” affermano da Noi con Salvini. 

L’amministrazione comunale sta per fare suo un projectfinancing che impegna la società propositrice alla ristrutturazione della ‘’passeggiata ‘’ in centro città–  proseguono in cambio dello scomputo del canone per la gestione dello stabilimento comunale per 15 anni per un totale di 2.550.000 che il comune non percepirà più. Questa scelta non ha nessuna visione dell’economia locale né di salvaguardia del benessere pubblico. In una città dove le spiagge libere si contano sulle dita di una mano bloccare e vincolare l’unico stabilimento di proprietà del comune è sbagliato; la politica dovrebbe servire i propri cittadini e non lasciarli al palo. Visto che di critiche non si vive, facciamo una nostra proposta;a nostro giudizio rendere quella spiaggia ‘’libera ‘’ è sbagliato, perché non tiene conto né del contesto dove la spiaggia è inserita né del danno commerciale agli operati vicini, né tanto meno delle difficoltà che il comune avrebbe per garantire la pulizia e i servizi minimi (purtroppo). La spiaggia deve andare a bando come è avvenuto fino ad oggi,-proseguono- con delle clausole precise come per esempio il libero accesso per andare a fare il bagno e nessun biglietto di ingresso. Inoltre il comune potrebbe tenere per sé la gestione della fascia oraria 21.00-5.00, per dare la possibilità a molti ragazzi locali di creare eventi e manifestazioni, autorizzate e sotto precise responsabilità. Un modo in più per creare economia, posti di lavoro e svago. 

Continua a leggere

Referendum: ringraziamo chi ha combattuto insieme a noi. Amministrazione muta e assente.

Il simbolo di Noi con Salvini Santa Marinella.

Il simbolo di Noi con Salvini Santa Marinella.

Il giorno dopo la tornata referendaria, ci preme ringraziare i vari comitati per il no, della nostra città, tra cui Fratelli d’Italia, m5s e la sinistra cittadina. Grazie a queste forze politiche, la nostra città-affermano gli esponenti di Noi con Salvini è stata adeguatamente informata e ha scelto per un secco No alla riforma della Costituzione, una scelta ponderata e per certi versi rivoluzionaria, se pur sembrerebbe in contraddizione. Continua a leggere

Alfredo De Antoniis, Santa Marinella in campo per il no.

La foto.

La foto.

Dalla scorsa domenica e per tutte le domeniche di novembre ci saranno banchetti informativi in vista del referendum del 4 dicembre; momento fondamentale per la vita politica della nostra Nazione. Aderiranno a questa iniziativa il locale circolo di ‘’Noi con Salvini’’ ed alcuni comitati civici.Il punto informativo sarà in via Aurelia 314, nella piazzola adiacente al cinema Lucciola, la mattina dalle 9.00 alle 13.00. Continua a leggere

Pulizia dei fossi, viviamo nell’insicurezza e nel pressapochismo. Sia fatta chiarezza: i soldi ci sono e le sterpaglie anche.

noi-con-salvini-santaDopo le dichiarazioni uscite sui giornali locali, alza la voce il gruppo Noi con Salvini Santa Marinella Santa Severa che dichiarano: “Leggiamo una risposta del vicesindaco Bronzolino che chiede aiuto al consigliere Massera per recepire fondi per la risoluzione di alcuni problemi di smaltimento delle acque meteoriche della nostra città. Ma i soldi per la pulizia dei fossi c’erano e bastava pochissimo per utilizzarli; – proseguono- il 9 settembre scorso, in un nostro comunicato abbiamo chiesto che fine avessero fatto i soldi della notte bianca annullata in centro paese, soldi che potevano essere usati per la pulizia dei fossi”. “Nessuna risposta ci e giunta, né su dove siano finiti quei soldi, né sulla pulizia dei fossi.  Siamo ad ottobre e le piogge aumentano come  la preoccupazione. Non vorremmo – aggiungono- che quella cifra che si dovrebbe aggirare all’incirca sui 10.000 euro venga utilizzata per qualche festicciola a novembre, mentre i cittadini vivono con la preoccupazione di perdere tutto”.

Infine gli esponenti di Noi con Salvini concludono: “Sappiamo benissimo che la programmazione turistica vive un capitolo a sé ed è fondamentale per lo sviluppo della città, ma visto che la manifestazione era stata annullata per via della calamità naturale che ha colpito Amatrice, ci sembra giusto e doveroso investirla per la sicurezza dei cittadini. Sarebbe irresponsabile avere a disposizione una cifra consistente e non essere intervenuti”.

Noi con Salvini Santa Marinella: i soldi risparmiati siano usati per la messa in sicurezza dei fossi.

noi-con-salvini-santa“Decisione giusta e ponderata quella dell’amministrazione comunale di annullare la Notte Bianca prevista per il 27 Agosto al centro del paese. Ora, che i soldi stanziati per l’evento  vengano impiegati per la bonifica dei fossi”.  Questo il comunicato di Noi con Salvini Santa Marinella che esorta il Comune a destinare le somme già impegnate alla manutenzione dei tanti canali di Santa Marinella e Santa Severa.

“Settembre è arrivato e ci avviciniamo ad un periodo delicato per il nostro territorio, sempre a rischio alluvioni, e sarebbe il caso che la giunta Bacheca assuma un atto responsabile nei confronti dei cittadini e cioè, che riunisca la giunta comunale per approvare una variazione del bilancio e spostare l’impegno finanziario assunto per destinarlo alla sicurezza e pulizia dei fossi. E, qualora i lavori siano già in atto, destinare l’importo risparmiato alla nostra Protezione Civile o, comunque, alla salvaguardia del nostro territorio”.

“Non sappiamo cosa ci riserverà il meteo nei prossimi mesi – proseguono- e quindi è auspicabile un intervento urgente, ricordando anche i disagi e danni provocati negli anni passati dalle piogge violente.
Sicuramente la cifra non andrà a colmare l’intera spesa, ma può almeno migliorare la situazione nelle le zone più pericolose”.
“Aspettiamo una risposta su questo tema così importante, – concludono- perché quei soldi risparmiati siano ben spesi ed utilizzati per la sicurezza cittadina”.

C’è un ponte di epoca romana a via Roma, Bacheca ne sa qualcosa?

13988226_851543821613372_2813477201849319351_o (1)“Un anno fa alcuni ragazzi di ‘’noi con Salvini’’ e di ‘’CPI’’ pulirono volontariamente il ponte e l’area circostante, dopo un anno la situazione e vergognosa. Il ponte è ricoperto di vegetazione, l’ingresso transennato e la sporcizia intorno da far rabbrividire chiunque, eppure quel ponte è un monumento storico importantissimo e un pezzo della storia di quest’angolo di mondo, ma al sindaco non interessa o forse non se n’è mai accorto. Nel pieno della stagione turistica, ci domandiamo quale impressione dà questa città ai tanti turisti stranieri e non che frequentano Santa Marinella, la risposta è facile l’impressione dell’abbandono più totale”.

“Come e possibile nel 2016″, -proseguono gli esponenti locali di Noi Con Salvini – ” non poter intervenire per tagliare l’erba e restituire decoro al quel sito archeologico? cosa ci vuole per farlo? Forse si aspetta il crollo? O magari che la vegetazione lo ricopra del tutto, cosi magari ce ne dimentichiamo. Fare turismo, non vuol dire fare intrattenimento ma valorizzare ogni angolo di questa città e creare una rete d’imprese regolamentata ed efficiente, vuol dire offrire a ogni turista che mette piede a Santa Marinella il meglio che abbiamo e se quello scempio è l’ingresso al porticciolo e al centro storico, siamo sull’orlo del baratro”.

Il direttivo di’’ Noi con Salvini-Santa Marinella’’.

Noi con Salvini: 160.000 euro per ventuno immigrati in più a Santa Marinella, Fratturato risponda. Bachera replica: “Grazie al progetto SPRAR persone integrate e assistite. Le critiche solo per ottenere notorietà sui giornali”

noi-con-salvini-santa“Lo scorso mercoledì 13 luglio la giunta comunale, ha dato il via a una delibera che consente il raddoppio del progetto SPRAR, per una cifra annua pari a 160.000 euro”. Queste le parole e l’attacco di Noi Con Salvini all’amministrazione comunale: “Progetto che sarà realizzato dal comitato ARCI di Civitavecchia, portando cosi il numero d’immigrati sul nostro territorio da ventisette a quarantotto persone”.

“Dal movimento locale alziamo la protesta su questa decisione che doveva essere condivisa con la città, invece gode di un silenzio assordante”.

“Perché non e stato fatto un comunicato stampa? Ci si vergogna di fare accoglienza”?

Hanno domandato dal movimento. “Eppure noi – proseguono – non critichiamo chi diversamente da noi ha un’idea diversa sulla questione immigrazione, purché lo faccia apertamente”.

“Il progetto SPRAR e un progetto cui il nostro comune ha aderito anni fa su proposta dell’allora vice sindaco Eugenio Fratturato, che poi nel 2013 e stato eletto in minoranza essendosi candidato contro il sindaco Bacheca eppure senza un apparentamento al secondo turno, né con una comunicazione ufficiale dopo, sembra che lo stesso goda di una posizione da assessore del suo gruppo politico, proprio dedicata alla questione immigrazione”.

“Che cosa ci lamentiamo a fare del taglio del bilancio da parte dello Stato, se poi lo Stato stesso attraverso il Ministero, rigira 160.000 euro per l’accoglienza? Come si può dire che molti servizi essenziali sono tagliati o i pagamenti fanno ritardo, per colpa dello stato e poi si accettano queste cifra”?

“Noi crediamo – aggiungono – che l’arrivo di migranti in Città oltre al numero già presente, rappresenti un rischio alla sicurezza e una presa in giro nei confronti degli italiani in difficoltà che hanno pagato anni e anni di tasse, perché è ormai appurato che non tutti i profughi, sono rifugiati politici. Per noi vale sempre il motto ‘prima gli italiani’.

Molte le domande e le accuse che il Movimento ha posto in merito alla questione, ma la replica del Sindaco non ha tardato ad arrivare.

“Detesto dover perdere tempo a replicare a certe stupidaggini – afferma il Sindaco Bacheca – ma credo sia doveroso chiarire alcuni aspetti relativi al progetto SPRAR, così duramente criticato da chi, cercando solo un briciolo di notorietà sui giornali, scrive autentiche fesserie”.

“Il progetto SPRAR – specifica il Sindaco – è il modo migliore, a mio avviso, per poter accogliere e soprattutto integrare i rifugiati sul nostro territorio”. “Siamo stati molto chiari, alcuni mesi fa, nelle dovute sedi istituzionali, a far comprendere la ragioni della nostra contrarietà affinché queste persone venissero ospitate in un’unica struttura; questo soprattutto in virtù di disagi e problematiche che puntualmente si sono verificate in molte altre parti d’Italia”. Il Sindaco Bacheca precisa inoltre:”È dal 2011 che abbiamo deciso di aderire a questa iniziativa, ovvero lo SPRAR, tant’è che queste persone sono state perfettamente integrate e assistite nel modo migliore”. Non ci sono alternative per il Sindaco “visto e considerato che i programmi di inserimento e accoglienza sono dettati da provvedimenti governativi, i quali ci obbligano a collaborare attraverso questi progetti, completamente finanziati dal Ministero dell’Interno”.

“Abbiamo già ottenuto una importante vittoria – sottolinea – ovvero quella di evitare che più di 80 persone venissero collocate all’interno dell’ex Hotel Miramare, proprio grazie a progetti come lo SPRAR”. Ed in conclusione : “Vittoria ottenuta non di certo facendo manifestazioni da strada che a nulla servono, se non ad alterare i toni e le contrapposizioni sociali di cui in questo momento non abbiamo alcuna necessità”.

Noi con Salvini:” In prima linea con gli obiettori di coscienza contrari alle unioni civili”

noi-con-salvini-santa“Favorevoli all’iniziativa del centro studi Aurhelio : Chi non vuole celebrare si dichiari obiettore di coscienza”. Dichiarazioni forti quelle di ‘Noi con Salvini’, che arrivano a pochi giorni dall’approvazione della legge sulle unioni civili. “In merito all’approvazione delle unioni civili da parte del governo Renzi-Alfano -proseguono- ci dichiariamo favorevoli alla proposta del Centro studi Aurhelio, in merito alla possibilità da parte degli amministratori locali di dichiararsi obiettori di coscienza e non celebrare ciò che a nostro giudizio appare come una forzatura di una legge fatta male”. Continua a leggere

Santa Marinella, Noi con Salvini: lotta agli ambulanti

noi-con-salvini-santa“Alcuni giorni fa siamo intervenuti su una problematica che riguardava episodi di prostituzione e degrado al km 58 e, dobbiamo dire che gli organi competenti sono intervenuti ed è stata risolta”. Così in una nota gli esponenti di Noi con Salvini, che proseguono: “Naturalmente non ci fermiamo qui abbiamo pronta una proposta che s’inquadra sempre nella lotta al degrado ed in difesa dei commercianti locali; infatti ogni estate le nostre spiagge sono invase dai cosiddetti ‘’vu cumpra’’, venditori ambulanti senza nessuna licenza, che inondano il nostro litorale con prodotti venduti in modo abusivo e senza nessun controllo sulla qualità degli stessi; tutto questo a scapito dei commercianti locali, che pagano tasse altissime e spesso si vedono schiacciati da un sistema di riscossione che è al di là della pubblica decenza”. Per questi motivi la soluzione secondo Noi con Salvini di protocollare “una richiesta di ordinanza, sempre rivolta al Sindaco Roberto Bacheca in modo che si possa arginare questo fenomeno”. “Naturalmente il nostro scopo non è quello di attaccare persone che cercano di sbarcare il lunario in qualche modo – precisano-, ma vogliamo altresì tutelare sia i nostri commercianti, che garantiscono un indotto alla città, sia tutti i consumatori che acquistano merce non controllata”. “Rivolgiamo questo invito non solo al Sindaco che dovrebbe prodigarsi nel fare l’ordinanza, ma a tutta la maggioranza cittadina”. “Speriamo – concludono- che la nostra proposta venga accolta dall’amministrazione comunale e vada a buon fine”.

Santa Marinella: Prostituzione su strada al km 58 . chiediamo un intervento.

noi-con-salvini-santa“Da più di una settimana e comparsa di nuovo, l’attività di prostituzione nella nostra città, un fatto grave che nasconde un racket e molto spesso la presenza di vere e proprie organizzazioni criminali, un anno fa abbiamo raccolto le firme per la nostra proposta referendaria sulla riapertura delle case chiuse, perché crediamo che la prostituzione su strada, sia schiavismo e nasconda quasi sempre storie di maltrattamento e abusi su donne costrette e sfruttate.

Sicuri del lavoro delle forze dell’ordine locali, chiediamo al sindaco un’ordinanza in tal senso, che possa rafforzare e aiutare nella risoluzione del problema, ci mettiamo a disposizione qualora ce ne fosse bisogno.

Continua a leggere

Non si accettano lezioni, dalla sinistra radical chic, della Boldrini e company

Riceviamo e pubblichiamo

noi-con-salvini-santaAbbiamo deciso di mandare questo comunicato dopo aver letto l’articolo di Sel ed Acp. Un intervento veramente buffo, perché scritto da chi la sicurezza dei cittadini la gestisce a livello nazionale;realizzato da chi è al governo ed ha reso sempre più esigue le risorse e gli uomini delle forze dell’ordine, da chi ha depenalizzato molti reati e accolto migliaia di immigrati senza alcuna prospettiva sociale. Inoltre abbiamo notato con rammarico,un velo di sospetto nei confronti dei volontari della Protezione Civile ,che aiuteranno le locali forze dell’ordine ,non come membri di ronde ,ma in loro supporto. Continua a leggere

Santa Marinella è una città insicura, quasi un furto al giorno. Abbiamo letto le dichiarazioni del sindaco, sulla sicurezza in città e ci sentiamo in dovere di rettificare

noi-con-salvini-santaRiceviamo e pubblichiamo. I cittadini di Santa Marinella sono da mesi e mesi oggetto di continui furti nelle proprie abitazioni: una situazione che pesa moltissimo sulla sensazione di tranquillità che i cittadini lavoratori e pensionati subiscono. Li hanno ormai svaligiati di tutto: la città tutte le mattine è invasa da zingari e poco di buono che approdano da Roma spacciando soldi falsi e varie truffe; nella zona di Valdambrini stazionano stranieri spesso ubriachi, che fino a poco tempo fa facevano cose sconce davanti alla scuola; tutte le sere Piazza Civitavecchia diventa terra di nessuno con ubriachi che stazionano; nel cementificio ci vivono persone in condizioni inumane, per non parlare della scelta folle (dopo i fatti di Colonia) di ospitare 100 immigrati nel centro paese, che per fortuna sembra tramontata, della gravosa situazione della pesca dei ricci di mare da parte di veri e propri bracconieri che pian piano faranno si che questo echinoideo sparirà dai nostri fondali, e questa è solo la situazione della microcriminalità.

Di quale città stiamo parlando? Facciamo i migliori auguri per il rinnovo del comandante Adinolfi e ne siamo contenti, come non possiamo non lodare la locale stazione dei carabinieri, che mette un impegno ammirevole nel difendere i cittadini, Santa Marinella ha bisogno di legalità e che i propri cittadini vivano nella tranquillità. Sappiamo che i tempi sono difficili, ma non ci si può arrendere e le telecamere non bastano: stiamo pensando di fare una raccolta firme da consegnare al prefetto e siamo sicuri che ne raccoglieremo tante.

Noi con Salvini Santa Marinella\Santa Severa

Arrivo migranti: “Vogliamo chiarezza e non mezze parole” Il movimento "Noi con Salvini Santa Marinella" con questa nota ufficiale chiede chiarezza sulla situazione migranti

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO. Non siamo contrari al posto dove accoglierli, ma al modo di fare accoglienza: le notizie di questi giorni parlano di un sindaco contrario ad ospitare i migranti all’hotel “Miramare” perché non idoneo. La domanda allora sorge spontanea: ci sono siti idonei? Lo chiediamo perché la situazione e incerta e i cittadini vogliono avere almeno la chiarezza degli intenti. Noi siamo molto chiari e lo ripetiamo con forza: non ci interessa il razzismo e lo contestiamo. Siamo già impegnati come comunità ad accogliere richiedenti asilo politico tramite il progetto SPRAR e non piegheremo il fianco ad una finta accoglienza business fatta sulla pelle di finti rifugiati politici. Quanto tributo deve la nostra cittadina? Non siamo preparati ad accogliere 70 migranti e soprattutto la città e molto carente in termini di sicurezza. Come si può pensare di garantire la pur minima convivenza civile? Continua a leggere