Passeggiata

Passeggiata: approvato un nuovo Project Financing per 20 anni

Stabilimento “La Perla del Tirreno”

Un nuovo progetto tecnico corredato da un diverso quadro economico. Così la giunta Bacheca, a stagione appena terminata e superato l’empasse del bilancio, torna a fare la sua puntata, anzi un “all–in” sulla Passeggiata a mare: 2 milioni 650 mila euro più o meno il costo dell’intervento che, con delibera di giunta, è stato inserito nel piano triennale delle opere 2017/2019.

Dopo le disavventure del 2016 che hanno visto annullare la procedura di reclutamento di un buon imprenditore che investisse molto in uno dei luoghi più belli del nostro territorio, a causa delle inadeguatezze delle uniche due proposte offerte (fu una commissione ad hoc a stabilirlo), ora la procedura torna nelle mani del responsabile delle grandi opere del comune che, insieme a quello del Demanio, hanno come compito di dover dare atto, nel minor tempo possibile, alle procedure previste nel codice dei contratti pubblici e bandire dunque una gara europea che preveda l’affidamento della concessione di costruzione e gestione della struttura per i successivi 20 anni nonché la concessione della spiaggia antistante il complesso denominato Perla del Tirreno.

Il progetto su cui l’offerta dovrà basarsi dovrà tener conto, principalmente dello studio di fattibilità redatto dall’Ingegner Perno, che da anni si dedica al controllo della stabilità dell’intera struttura. Unica garanzia, imposta dalla giunta, il fatto di dover prevedere un canone minimo da porre a base di gara.

In sostanza, chi deciderà di investire i quasi 3 milioni di euro nella Perla del Tirreno, si aggiudicherà struttura e concessione demaniale per il prossimo ventennio. Per le modalità di partecipazione alla gara ed i tempi di presentazione della domanda bisognerà attendere ancora un po’.

Passerini: “Occorre programmazione sul demanio”

“Un ambito così complesso ed importante per l’economia della città e di tutto il territorio,

Andrea Passerini

come il demanio marittimo, merita un investimento in termini di energie, risorse umane qualificate, e priorità, affinché ci possa essere una seria ed organica programmazione per lo sviluppo del litorale”. Queste le parole del consigliere Andrea Passerini in merito al demanio marittimo, ma anche, per esempio, sul bando della passeggiata a mare cittadina.

“Ho chiesto al Sindaco e al delegato Gasparri di sposare questo intendimento, – prosegue- e di favorire l’impegno nell’analisi e nell’elaborazione di un piano che, partendo dalle concessioni pluriennali e dalle azioni di contrasto all’erosione, contemplasse anche le opere non demaniali, permettendo ai tanti operatori che gestiscono gli stabilimenti di avanzare progetti imprenditoriali sostenibili (anche con iniziative a partecipazione pubblico-privata)”.

“Accanto a questo impegno sulla programmazione – aggiunge- ho chiesto anche che venisse attivato un tavolo permanente con le rappresentanze di categoria, per condividere e rendere più coerenti e funzionali le iniziative fin dalla fase della genesi. Significativa, a proposito, la proposta di rilancio avanzata da Federbalneari Litorale Nord di rimodulare e ristrutturare i servizi legati alla balneazione, e di dare seguito ad investimenti programmati sulle opere esistenti in mare e sui lungomari, con gli obiettivi di migliorare la qualità dell’offerta turistica e di promuovere i processi che condurranno all’ottenimento delle concessioni pluriennali”.

“Da mesi, inoltre, sostengo la non opportunità di ricorrere allo strumento del project per la Passeggiata: in vista della prossima approvazione del PUA regionale; bisogna avanzare un bando di gara per una concessione demaniale (attualmente estendibile per un massimo di 6 anni) e premiare la proposta economicamente più vantaggiosa, che contempli le opere sul patrimonio, per rendere sicura e fruibile la passeggiata e i locali sottostanti”.

“Per quanto riguarda la tempistica, – conclude-  il mio suggerimento è quello di dedicare il giusto tempo allo studio del bando, in maniera da individuare un percorso utile anche alle altre future concessioni, avviando contestualmente una procedura snella e finalizzata alla concessione della spiaggia per la sola stagione ormai alle porte”.

ACP:”La Passeggiata a mare abbandonata al proprio destino”.

Passeggiata gremita in attesa dei fuochiIn merito alla questione restyling della passeggiata di Santa Marinella un’ Altra Città Possibile si chiede come mai ancora non si abbiano notizie sul futuro della Perla del Tirreno:“Siamo ormai in prossimità del Natale –affermano- e sono passati già tre mesi dalla scadenza dell’appalto dato in extremis dall’amministrazione comunale per la gestione stagionale dello stabilimento balneare della Perla del Tirreno”. “Come tutti sanno – proseguono- la passeggiata a mare, fiore all’occhiello di questa città, ha bisogno del restyling e la messa in sicurezza. Ma ancora oggi non si sa nulla sul destino della passeggiata e dall’amministrazione comunale non arrivano notizie”. Interpellato in merito a questa vicenda  Stefano Massera di Acp dichiarava:”Per quanto riguarda la passeggiata a mare ne abbiamo parlato a lungo sulla nostra proposta del Project Financing dello scorso anno; ma poi la giunta comunale ha optato, visti i ritardi, per un’ assegnazione su bando in fretta e in furia. Siamo praticamente a Natale e quindi con i tempi strettissimi per poter consegnare la nuova passeggiata a cittadini e turisti. Qualche tempo fa – prosegue – la giunta ha dato l’incarico anche ad un tecnico per la stesura del project financing ma siamo comunque già in ritardo, perché con i tempi tecnici e burocratici si rischia di consegnare le chiavi a stagione estiva iniziata”. Acp  rimane sempre della stessa idea: “Conviene fare i lavori in casa per poter risparmiare e anzi forse guadagnarci qualcosa”.

(altro…)

Presenza record per la 13^ festa del Nucleo Sommozzatori

14017965_10209536607039348_572004775_nSi è conclusa ieri sera con un bagno di folla la tredicesima festa del Mare interamente organizzata dal Nucleo sommozzatori Santa Marinella Onlus. In tre giorni si sono susseguiti molti eventi musicali. Il sabato sera si è aperto con il Rap accattivante di Wena tha Dogg e la sua Crew, la domenica invece è stata la volta della Cover Band di Baglioni e la carica simpatica di Paolo Lazzerini. La chiusura musicale della festa è stata affidata invece alla band locale “I Diverso in Verso”. In questi tre giorni di intrattenimento è stato presentato anche il nuovissimo mezzo Medem3 entrato a far parte del parco auto grazie allo sforzo economico di tutti i volontari e al 5 per mille, donato da i tanti cittadini. Un pick-up che servirà a coprire le necessità a terra di effettuare soccorsi in criticità idrogeologiche, ma anche come mezzo per il trasporto delle varie imbarcazioni o altri mezzi su carrello.

14010021_10209536608319380_655049738_n Emozionante il taglio del nastro effettuato dalla volontaria più giovane, come segno di buon auspicio affinché molti più ragazzi si possano avvicinare al mondo del volontariato. Molto suggestivi i fuochi d’artificio che hanno chiuso la serata di ieri e che hanno colorato il cielo di questa festa che ormai è diventata un appuntamento consueto per tutti i cittadini e non solo. Le immagini della manifestazione potete trovarle nel consueto telegiornale del giovedì di telesantamarinella.tv oppure i diretta sul digitale terrestre mercoledì alle ore 15:30 Mecenate.tv canale 815 .

Passeggiata e “Perla del Tirreno”: il PD contro impreparazione e degrado In tutte le città di mare vivono di turismo, mentre a Santa Marinella sembra di vivere in un’altra dimensione

Lo stabilimento "Perla del Tirreno"
Lo stabilimento “Perla del Tirreno”

Con la stagione estiva alle porte il Pd di Santa Marinella e Santa Severa torna alla carica contro l’operato dell’Amministrazione comunale, denunciando l’impreparazione e lo stato di degrado in cui versano la spiaggia centrale e la passeggiata del lungo mare cittadino: “Mentre in tutte le città che vivono di turismo, i centri storici vengono abbelliti di fresco, i giardini pubblici attrezzati e puliti, i cartelloni estivi improntati e nei posti di mare gli stabilimenti si offrono ai bagnanti con gli arenili bonificati e le attrezzature variopinte, a Santa Marinella sembra di vivere in un’altra dimensione: lontana anni luce dall’essere pronta ad accogliere i turisti che risultano essere la fonte principale di un’economia già fortemente minata da una crisi che da anni condiziona la vita di tutti gli abitanti di questo Paese”.

“La nostra cittadina nel periodo estivo concentra la gran parte della sua economia nel punto centrale: la passeggiata. Infatti,  – proseguono dal partito – i turisti e i villeggianti gravitano massicciamente intorno alla spiaggia “La perla del tirreno”,  la più grande del litorale che è di proprietà del Comune, pertanto è compito delle Amministrazioni mettere a reddito il pezzo di arenile e le cabine ad esso collegate”.

Per il Pd l’attuale giunta Bacheca “in maniera inspiegabile dopo aver abbandonato a se stesso questo bene pubblico, non ha ancora deciso che cosa fare per mettere a disposizione dei turisti questo tratto di mare”.

Sempre dal partito proseguono affermando che questa è una delle tante situazioni che “ testimoniano il fallimento di questa squadra di governo che mira a grandi progetti, a parole, ma si perde anche nel piccolo quotidiano”.

 “La “Perla del Tirreno” dal Settembre 2015 è tornata nella disponibilità del Comune, – aggiungono-  a nessuno però nel frattempo è venuto in mente di organizzare una pulizia dell’arenile e,  dopo quasi un anno, il risultato che è sotto gli occhi di tutti è quello di una spiaggia invasa da immondizia, bottiglie di plastica, vetri rotti e cabine dove ignoti hanno fatto e lasciato di tutto e di più”.

E una critica arriva direttamente al Delegato al Demanio: “Nonostante tutto il Delegato tace e non fa sentire la sua voce, quantomeno per provare a svegliare i suoi compagni di viaggio”.

“Su questo degrado che minerà in maniera rilevante la stagione turistica, vorremmo sapere anche il pensiero del Delegato al Turismo, chiediamo troppo?”

 “E che dire – proseguono- del gesto eclatante del Presidente della Santamarinellese che denuncia l’impossibilità a proseguire l’attività sportiva a causa della mancanza del terreno di gioco? Il Delegato allo sport sembra fare spallucce, come se il problema non lo riguardasse”.

 “L’ultima chicca – concludono dal PD-  l’ha letta in questi giorni: è stato dato mandato dal Direttivo de “Riformisti e conservatori” al Consigliere Fratturato di “affiancare” il Sindaco per risolvere il problema dello stabilimento “Perla del Tirreno” ritenuto un’esigenza vitale per la città. Alla buon’ora”.

Il Circolo PD di S. Marinella – S. Severa