spinelli

“La III Guerra Mondiale combattuta a tratti: scienza della disinformazione, distrazione di massa e false flags”

Giunge al terzo appuntamento il ciclo di lezioni tenute dal professor Livio Spinelli presso la sede civitavecchiese di UNITRE sul tema “La III Guerra Mondiale combattuta a tratti: scienza della disinformazione, distrazione di massa e false flags”: un’analisi sull’uso dei moderni strumenti di comunicazione di massa sul panorama dello scontro tra nazioni in cui il relatore ritiene stiamo vivendo oggi.

 

Un escursus che abbraccia argomenti come Guglielmo Marconi, Papa Pio XII e la sua enciclica su cinema, radio e TV, fino ad un’analisi sul giornalismo di guerra com’era e com’è oggi, con cronisti scortati dai militari, a cui è vietato fotografare e filmare morti e feriti, pena il ritiro dell’accredito.

(altro…)

Venerdì a Cerveteri, “Conoscere: per vivere nella pace” Venerdì 8 aprile ore 17.30 Cerveteri Sala Ruspoli

Copertine dei libriVenerdì 8 aprile ore 17.30 Cerveteri Sala Ruspoli – p.za S.Maria Il Presidente del Consiglio Comunale Salvatore Orsomando presenta con la partecipazione dell’Attore-Regista Agostino De Angelis “ CONOSCERE: PER VIVERE NELLA PACE “ viaggio dall’Agro Romano a Gerusalemme, passando per Roma e Costantinopoli Una trilogia del prof. Livio Spinelli in collaborazione con Casa Editrice PAGINE Associazione Santa Marinella Viva – Associazione Extramoenia di Siracusa ALTRAVOCENEWS quotidiano online, Direttore Riccardo Dionisi. Il Presidente del Consiglio del Comune di Cerveteri presenterà “Conoscere per vivere nella Pace” la trilogia del prof. Livio Spinelli su Ebrei, Musulmani e Cristiani: un viaggio da Cerveteri nel cuore dall’Agro Romano a Gerusalemme, passando per Roma e Costantinopoli, presso la Sala Ruspoli p.za S.Maria – venerdì 8 aprile – ore 17.30.  L’autore, i cui primi due libri sono stati pubblicati, per i tipi della Casa Editrice PAGINE, ed il terzo – dedicato a PAPA FRANCESCO – è in preparazione in occasione del Giubileo, ricostruisce con dovizia di particolari, anche attraverso vicende personali, le radici storiche dell’incontro scontro tra popoli e religioni, partendo dal cuore dell’Agro Romano.

(altro…)

Presentazione del libro “Mussolini Bush e i nazionalisti islamici” Santa Marinella Venerdì 23 ottobre ore 18.30 Centro Polivalente del Comune via Saffi, Parco Saffi (zona Maiorca)

1 copertina
Con le parole di PAPA FRANCESCO: “Siamo, in guerra è una terza guerra mondiale” il prof. Livio Spinelli, con dovizia di particolari e documenti inediti, illustrerà le origini, le cause e i gli sviluppi delle guerre che stanno incendiando Medio Oriente e Nord Africa, a seguito degli interventi del Presidente Bush e Tony Blair e fino  all’impegno diretto della Russia in Siria.
È il secondo volume di un TRILOGIA: il primo dedicato agli EBREI, il secondo ai MUSULMANI e il terzo a PAPA FRANCESCO.
Una carrellata storica a partire dall’anniversario della Marcia su Roma, quando Mussolini giunse a Santa Marinella per impartire gli ordini alla colonna guidata dal Marchese Dino Perrone Compagni. Proprio Santa Marinella fu luogo del dorato esilio di Re Farouk d’Egitto e della Regina Narriman alloggiati all’Hotel Villa delle Palme da dove Re Farouk, assediato da giornalisti di tutto il mondo, faceva dichiarazioni di fuoco contro i Generali che lo avevano spodestato.
Si parlerà del mistero di Gheddafi che abitava a Santa Marinella e frequentava la Scuola di Guerra di Civitavecchia.
Il volume riporta in copertina l’immagine di Mussolini che impugna la Spada dell’Islam, una spada d’oro tempestata di diamanti donatagli in Libia da 2000 cavalieri Berberi che lo proclamarono difensori dell’Islam, a quel tempo il mondo arabo e mussulmano fino all’Iran, Afghanistan e India riponevano nell’Italia le loro speranze di liberarsi dal colonialismo inglese e francese tanto che in Egitto, Mussolini veniva chiamato Mussa Nili, cioè Mosè del Nilo e quando nel 1938 Mussolini, Hitler e il Re d’Italia s’incontrarono a Santa Marinella, giunsero qui tutti i nobili mussulmani delle colonie italiane in Africa.
Un capitolo è dedicato ai MARTIRI che si fanno saltare in aria immolandosi per il proprio credo e all’intervento di Putin in Siria, perché è qui che secondo le profezie l’ARMAGEDDON inizierà, tanto che lo storico Prof. Timothy R. Furnish del Georgia Perimeter College (USA) scrive che l’ANTICRISTO,  nell’escatologia islamica ha il nome di al-Dajjal, il “mentitore”: “verrà prima della fine dei tempi per fuorviare e allontanare tanti credenti dal vero Islam, e apparirà in un punto tra l’Iran e la Siria, con una corte di seguaci della città di Isfahan.“