Lettera per il Sindaco, la piscina non deve chiudere. Sono estremamente contrariata dalla decisione di chiusura della stessa.

Gent.le Sindaco Bacheca,

con la presente volevo farLe notare, in qualità di fruitore della piscina comunale di Santa Marinella, sita sulla Via Aurelia di essere estremamente contrariata dalla decisione di chiusura della stessa.Sono circa cinque anni che io e gli altri cittadini di Santa Marinella usufruiamo dei servizi che ci offre e, non solo, anche quelli che vengono forniti dal piccolo complesso “centro sportivo” di cui è parte integrante e che è divenuto in questi anni un centro di aggregazione e socializzazione anche per i ragazzi della nostra cittadina.

 

Di sicuro è a conoscenza che la piscina è frequentata da adulti, ragazzi e bambini di cui alcuni portatori di handicap i quali sarebbero maggiormente penalizzati e obbligati a recarsi in altre strutture site in altre città o addirittura vedersi costretti alla rinuncia. Da ciò che si dice in giro la piscina risulta non essere a norma di legge allora mi chiedo il perché in cinque anni, lasso di tempo notevole, non siano state sanate le mancanze e/o difformità presenti. Chiedo, pertanto, a Lei e all’amministrazione, onde evitare notevoli disagi sia agli utenti che non, di prendere in considerazione provvedimenti e soluzioni onde evitare la chiusura della struttura e, inoltre, di mettere in condizione gli abitanti di Santa Marinella all’utilizzo anche della biblioteca comunale opera, ormai da anni, incompiuta.  Certa del Suo interessamento, Le porgo i miei più distinti saluti.

Sabrina Fanelli