Eternit: i serbatoi dimenticati di Poggio del Principe A distanza di 22 mesi dal sequestro da parte della Forestale giacciono ancora abbandonati

I serbatoi di Eternit abbandonati
I serbatoi di Eternit abbandonati

SANTA MARINELLA – Il 2 agosto del 2013, la guardia forestale, su delega della Procura della Repubblica di Civitavecchia, procedette al sequestro di tre mega discariche abusive presenti sul territorio cittadino. Una di queste era quella sita in località Poggio del Principe, dove furono scoperti alcuni serbatoi di eternit che giacevano in quella zona da molto tempo. Una pattuglia della Guardia Forestale della stazione di Civitavecchia comandata dal maresciallo Salvatore Verzilli, sottopose a sequestro la discarica a cielo aperto, perimetrando l’area interessata dalla presenza dei materiali inquinanti.

Dopo di che fotografarono i rifiuti pericolosi e procedettero a compilare un verbale che venne consegnato al sindaco Roberto Bacheca a cui fu dato tempo novanta giorni per bonificare l’area, altrimenti avrebbe rischiato la denuncia penale. L’intervento porta la data dell’agosto del 2013, quindi quasi due anni fa. Nonostante ciò, i residenti che abitano in quella zona, fanno presente che i serbatoi sono ancora li. “Non si comprende il perché, nonostante siano passati 22 mesi – affermano un gruppo di loro – questi cassoni in eternit non siano stati rimossi. Eppure la Guardia Forestale aveva detto chiaramente che entro novanta giorni andavano smaltiti. Purtroppo non si riesce in questa città a far rispettare la legge e noi ci ritroviamo circondati dall’eternit. Perché la Gesam, che ha l’appalto per la raccolta differenziata e la rimozione delle discariche abusive non interviene? Purtroppo non possiamo farlo noi perché non sapremmo dove portare tutto questo materiale inquinante”.