Noi con Salvini: in via Della Fornacetta lo SPRAR non funziona. Cittadini esasperati.

Torna a farsi sentire il gruppo politico di Noi con Salvini di Santa Marinella, che interviene  in merito al progetto Sprarr. “Ogni giorno arrivano segnalazioni da parte della cittadinanza che sottolineano la distanza del nostro comune dai suoi cittadini”.  “Mentre gli amministratori promettono attraverso mezzo stampa la fine di lavori decennali con una spesa infinita di soldi pubblici,- affermano-  ci sono cittadini esasperati e sfiduciati da situazioni inverosimili.  Come la situazione venutasi a creare a Via della Fornacetta, con soggetti che creano disturbo agli abitanti, immondizia incontrollata e spaccio”.   Secondo il movimento locale Noi con Salvini gli abitanti del quartiere sarebbero  “persone anziane sotto continuo ricatto; costrette a barricarsi dentro le proprie abitazioni. Il  progetto  Sprarr è profumatamente pagato dai cittadini di Santa Marinella ben 616.000 euro l’anno, e secondo noi  va  tenuto  sotto controllo”. “Manca di inclusione sociale – aggiungono- e unito alla mancanza di attenzione che l’Amministrazione ha verso quella zona della  città, si è creata una bidonville, svalutando i prezzi delle case e costringendo i cittadini a vivere nell’insicurezza e nell’esasperazione “.

“ Chiediamo al Comune di fare il possibile per mettere sotto controllo chi abita sotto forma di rifugiato in quella via cittadina e se possibile prevedere una redistribuzione dei rifugiati in altre zone della città , anche se per noi  la cosa migliore sarebbe uscire dallo SPRAR . Non capiamo perché  la maggior parte dei clandestini\rifugiati gestiti dallo Sprarr debba vivere nei rioni Fiori e Valdambrini.  Chiediamo un intervento immediato – concludono- affinché chi paga le tasse e vuol vivere in pace non sia abbandonato”.

il gruppo di Noi con Salvini DI Santa Marinella