Arrestato a Santa Severa giovane con due chili di droga e mille euro falsi

La droga sequestrata dai Carabinieri

Un giovane nel piazzale buio della stazione ferroviaria di Santa Severa, chiuso nella propria utilitaria. I Carabinieri che lo seguono da tempo, in borghese, lungo tutto il viaggio in treno e poi fanno scattare il controllo giunti al veicolo.

L’operazione, condotta dal Comandante Marco Belilli e dai Carabinieri di Santa Marinella al comando del Maresciallo Bernardini, ha portato all’arresto di un diciottenne di Ladispoli per spaccio e detenzione di banconote false. Infatti, dopo aver identificato il giovane, i Carabinieri hanno effettuato una perquisizione dell’auto, dove hanno rinvenuto uno zaino con all’interno due chili di hashish, già suddivisi in dosi pronte per essere vendute.

Già questa scoperta avrebbe fatto scattare le manette ai polsi del ragazzo che dalla vendita avrebbe fruttato allo studente almeno 10.000 euro, ma a questo punto è scattata anche la perquisizione nell’abitazione del ladispolano che risiede insieme alla propria famiglia: nella sua camera da letto sono state rinvenute altre dosi di hashish, 200 g di marijuana e 1.000 euro in contanti in banconote false, nascoste nella custodia di un videogame.

Sono tutt’ora in corso indagini per individuare a chi sarebbe stata destinata la droga e anche a verificare il canale di produzione delle banconote false, ma intanto per il diciottenne si sono aperte le porte del carcere di Civitavecchia.