Tag Archivio: Roma

Volontariato Santa Marinella: lo spettacolo “inGiustizia” sbarca al Teatro Lo Spazio di Roma

“ La terra trema, lo Stato trama… il cuore DONA” è il forte messaggio contenuto nello spettacolo teatrale che andrà in scena il 9 aprile al Teatro Lo Spazio di Roma e che vede protagonisti gli attori Adele Perna, Alessia Barela, Alessio De Persio, Mimmo Ruggiero, Fabio Antonelli, Francesca Antonelli Federica de Luca, Tiziano Scrocca, Stella Novari, Nunzia Mita, Achille  Marciano, David Fiandanese e Dario Mascello.

Un appuntamento da non perdere all’insegna della solidarietà organizzato dall’attore Alessio De Persio ed a cui presenzieranno le associazioni di volontariato del territorio di Santa Marinella Propyrgi, Nucleo Sommozzatori e Misericordia, che, nel 2016, hanno dato corpo e anima a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma del centro Italia.

Un’occasione per raccogliere dei fondi e consegnarli direttamente a chi ne ha bisogno, senza attendere i tempi incerti delle istituzioni, soprattutto oggi che si respira un clima di insoddisfazione e di delusione nei confronti dello Stato.

Continua a leggere

Unicef organizza il Workshop

Il  Programma WORKSHOP  nasce in collaborazione con il Comitato Interministeriale Diritti Umani, il Consiglio d’Europa e il PIDIDA il   tavolo di confronto  – coordinamento con  alcune Associazioni.Il 23  marzo presso l’Auditorium dell’UNICEF ITALIA in via Palestro, 68 –  a Roma –  si può partecipare  al WORKSHOP  è necessario  per chi volesse andare  inviare l’adesione scrivendo a: advocacy@unicef.it

 

Comitato UNICEF Civitavecchia e Lit. Roma Nord

Mtb Santa Marinella, gran finale di stagione nel ciclocross al Roma Master Cross

Ancora una domenica molto redditizia a livello di risultati per la Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini che ha messo la parola fine alla stagione di ciclocross con un bilancio di tre podi nell’ultima prova del Roma Master Cross, 3 titoli regionali CSI Lazio, 3 vittorie, quattro podi e il secondo posto per società nella classifica finale del Roma Master Cross.

Il Parco Canale dello Stagno di Ostia Lido è stato teatro dell’ultima gara stagionale di cross nel Lazio e il team ha portato a termine onorevolmente il proprio impegno con Gianluca Magnante (quarto tra gli élite sport), Libero Ruggiero (secondo tra i master 1), Mauro Iacobini (sesto tra i master 3), Marco Becattini (terzo tra i master 4), Paolo Tempestini (quarto tra i master 4), Daniele Bagnoli (decimo tra i master 4), Mauro Gori (quarto tra i master 5), Claudio Albanese (settimo tra i master 5), Stefano Carnesecchi (dodicesimo tra i master 5), Angelo Ciancarini (secondo tra i master 6) e Vincenzo Scozzafava (settimo tra i master 6).

A completare l’ottima giornata per la squadra santamarinellese la conquista dei titoli regionali CSI Lazio ad opera di Gianluca Magnante (élite sport), Mauro Gori (master 5) e Angelo Ciancarini (master 6).

Continua a leggere

Mancano 1600 sacche di sangue nella provincia di Roma

 

Il consigliere Eugenio Fratturato

Intervistato ai nostri microfoni il presidente provinciale Avis Eugenio Fratturato dichiara: “Siamo in piena emergenza sangue. Dallo scorso anno ad oggi mancano all’appello 1600 sacche di sangue in tutta la provincia di Roma. Una vera tragedia per la sanità locale, sia in senso economico che emergenziale. Faccio appello non solo ai tanti donatori esistenti ma voglio rivolgermi sopratutto a chi non ha mai donato neanche una volta. Infatti sarebbe un gesto utile se tutti donassero anche solo una volta all’anno. Un gesto d’amore e di solidarietà davvero importante che permetterebbe di risparmiare alla sanità regionale moltissimi soldi”. “Se continuiamo con questi numeri di raccolta – prosegue il presidente Fratturato- la sanità regionale dovrà acquistare sacche di sangue dalle altre regioni andando a gravare sui debiti già alti della sanità della Regione Lazio. Per questo – aggiunge- chiediamo un incontro diretto con il presidente della regione Zingaretti, che spero si faccia carico di questa nostra continua battaglia”. “Ringrazio di cuore la dottoressa Vaglio, responsabile del centro raccolta sangue della Regione Lazio perché grazie a lei stiamo organizzando l’incontro con il presidente Zingaretti per cercare tutti insieme delle soluzioni. Ma la cosa più importante sono i donatori, quindi questo appello è per voi: Noi c’è la stiamo mettendo tutta, -conclude- ma la vera risorsa dell’avis siete voi, andando a donare aiuteremo molte strutture che sono in emergenza”.

Il centro Italia trema ancora, paura in città ma fortunatamente nessun danno a cose o persone

Foto di Marcello Albanesi - Amatrice 30 settembre

Foto di Marcello Albanesi – Amatrice 30 settembre

Oggi, 30 ottobre alle 07.40, un terremoto di magnitudo 6.5 ha avuto come epicentro la zona al confine tra Marche e Umbria, nello specifico tra le province di Macerata, Perugia e Ascoli Piceno. Ma a sobbalzare dal letto sono stati anche tantissimi cittadini di moltissime zone della Regione Lazio e di gran parte dell’Italia. Anche a Santa Marinella infatti in molti hanno scritto post sui vari social network di aver visto o sentito tremare le proprie case per pochi secondi. Per fortuna però non ci sono stati danni a cose o persone almeno nella nostra città, solo tanta paura e nulla più. In pre allerta però ci sono tutte le associazioni di volontariato, che sono ancora oggi impegnate ad Amatrice, su chiamata della Regione Lazio. Nella vicina Tolfa fanno sapere dalla Protezione Civile che molti cittadini questa mattina si sono riversati in piazza per lo spavento.

Continua a leggere

Castello di Santa Severa è stata presentata la prima Residenza d’Artista Nel Tg di questa settimana troverete le interviste ai protagonisti dell'evento

14528189_10209958208539122_703925804_nIeri mattina presso il Castello di Santa Severa è stata presentata la prima Residenza d’Artista nel territorio e, per la prima volta, artisti provenienti da quattro paesi si ritrovano insieme per questi primi 15 giorni di Ottobre per creare e sviluppare arte ma allo stesso tempo anche per rappresentare un programma di unione e cooperazione che avviene  attraverso il mare, il Mediterraneo, in un luogo speciale dove proprio attraverso le lamine di Pyrgi sappiamo che chiunque fosse sbarcato sulle sue coste avrebbe avuto accoglienza e sostegno. L’Accademia di Belle Arti di Roma, già da alcuni anni svolge programma di collaborazione e di scambio con Istituzioni, Enti e Fondazioni nazionali ed europee, con lo scopo di ampliare l’offerta culturale e di realizzare un piano di formazione adeguato agli standard internazionali che permetta agli studenti più meritevoli di misurarsi – già durante il percorso di studi – con il mondo dell’arte. In questo programma le residenze rivestono una particolare importanza sia come occasione espositiva, ma soprattutto come esperienza di stimolo e di riflessione su luoghi e atmosfere diverse e sulla loro relazione con l’opera d’arte. Al Museo Civico del Mare e della Navigazione Antica nel Castello di Santa Severa, gli artisti hanno avuto l’opportunità di confrontarsi con un sito storico – e “naturale” – di grande fascino realizzando dei lavori che, pur mostrando una chiara coerenza con le linee di ricerca individuali, creano un’evidente sinergia con “l’anima del luogo”. Milica Cirovic, Ola Czuba, Meletios Meletiou e Sofia Ricciardi sono i quattro artisti, studenti dell’Accademia di Belle Arti di Roma, selezionati da Cecilia Casorati per la prima edizione del programma di Residenze d’Artista che Coopculture ha organizzato per il Museo Civico del Mare e della Navigazione Antica nel Castello di Santa Severa.

Continua a leggere

Netto dominio della Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini alla 24 Ore di Roma  

 

podio-team-8Obiettivo centrato per la quarta volta di fila per la Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini che ha conquistato la regina di tutte le gare endurance dell’anno: la 24 Ore di Roma ha ancora una volta la firma del sodalizio altolaziale consacrandosi ancora una volta ai massimi livelli nelle gare di lunga durata su fondo sterrato.

 

Un’altra vittoria di prestigio, la quarta nelle ultime sette edizioni che è stata frutto dell’esperienza e del rendimento di ogni singolo atleta. I magnifici otto che hanno portato al trionfo e ancora in alto il nome di Santa Marinella sono stati il capitano Gianfranco Mariuzzo (autore del giro più veloce in assoluto), Giovanni Gatti, Massimo Folcarelli, Antonio Folcarelli, Lorenzo Pellegrini, Manuel Piva, Paolo Alverà e Fabrizio Trovarelli, riconquistando con successo il gradino più alto del podio con 105 giri complessivi davanti al Team Bike Civitavecchia (103) e al GS Ciclotech (102).

Continua a leggere

Anteprima ufficiale 46esima edizione del Giffoni FIlm Festival al Bambino Gesù di Roma

LOCANDINA-Aura-bambin-gesù-2016Lunedì 11 luglio (ore 11.30, sede del Gianicolo) ospite Lino Banfi L’attore festeggia i suoi 80 anni insieme ai piccoli pazienti A Palidoro (ore 11.30) spettacolo “I musicanti di Brema” I suoi ottant’anni, il grande Lino Banfi ha scelto di festeggiarli insieme allo staff di Aura e del Giffoni Film Festival all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, nella sede del Gianicolo. Il celebre attore, infatti, sarà l’ospite d’eccezione dell’anteprima ufficiale della 46esima edizione del Giffoni (15-24 luglio), che si tiene, come da tradizione, all’ospedale Bambino Gesù. Lunedì 11 luglio, alle ore 11.30, Banfi incontrerà il segretario generale della Fondazione Bambino Gesù Onlus Francesco Avallone, il direttore Scientifico dell’Opbg Bruno Dallapiccola, il direttore sanitario Massimiliano Raponi, il direttore del Giffoni Experience Claudio Gubitosi, il presidente del Giffoni Experience Piero Rinaldi, la presidente Aura Alfonsina Novellino. Aura’s Charity, l’espressione sociale del Giffoni Experience, nata nel 2004, ha all’attivo numerose iniziative realizzate e prestigiose collaborazioni instaurate, prima tra tutte proprio con l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma.

 

Continua a leggere

Roma: ANS Associazione Nazionale Sociologi Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione, Uni Roma 1 Sapienza, Dipartimento Lazio Associazione Nazionale Sociologi

Not2016.03-04wordSo.all.P1.FerrarottiCONVEGNO NAZIONALE ANS

Il contributo professionale del sociologo nel contesto urbanistico-ambientale

 

Roma, 9 giugno 2016 ore 11 – 19, Via Salaria 113

Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione, “Aula Wolf”

Dopo aver toccato nei precedenti convegni nazionali ANS i problemi dell’alimentazione e dell’immigrazione, si è deciso di parlare di Ambiente; il titolo del convegno, in particolare, vuole evidenziare il ruolo che dovrebbe avere il Sociologo in un contesto fino a ieri di uso quasi esclusivo di tecnici che non sempre hanno saputo leggere i bisogni della popolazione e dai quali progetti a volte sono stati partoriti mostri non più accettabili da una società moderna.

Continua a leggere

Lo Chef di Santa Marinella incontra lo stellato Antonino Cannavacciuolo

Lo Chef di Santa Marinella incontra lo stellato Antonino Cannavacciuolo Il 19 aprile allo Stadio Olimpico di Roma. lo chef cittadino,  del ristorante Molo 21, Kevin Murphy, ha avuto modo di ampliare la sua formazione professionale osservando dal back stage le preparazioni dello chef 2 stelle Michelin Antonino Cannavacciuolo. La volontà di accrescere la propria professionalità non è nuova a Kevin, che nel 2014 ha studiato con l’executive chef della compagnia aerea Emirates le più moderne tecniche di cottura come il sous vide, per esaltare al meglio la preziosa materia prima dei cibi con i quali lavora nel suo ristorante.

Il Dott. Falvio Enei, terrà una conferenza presso la Biblioteca Vallicelliana Il 13 gennaio alle ore 17:00 una conferenza presso la Biblioteca Vallicelliana di Roma in Piazza della Chiesa Nuova, 18

Dott. Flavio Enei

Dott. Flavio Enei

Il Dott. Falvio Enei, archeologo di chiara fama, spesso anche all’estero per tenere conferenze – Parigi Sorbona inclusa – che è anche direttore del Museo del Mare e della Navigazione Antica sito nello splendido castello di Santa Severa ove già sorgeva, quasi 3.000 anni, fa l’etrusca Pyrgi, terrà, il 13 gennaio alle ore 17:00 una conferenza presso la Biblioteca Vallicelliana (Roma, Piazza della Chiesa Nuova n. 18) dedicata al racconto di alcuni viaggi oceanici effettuati dagli antichi prima dell’epoca delle grandi scoperte geografiche. Il Dott. Enei è un più che ottimo divulgatore ed uno specialista d’eccezione sui popoli antichi che solcavano sia il Mare Nostrum ma anche, uscendo dalle Colonne d’Ercole, gli Oceani (Atlantico ed Indo-Pacifico incluso).

Cine-Tv “R. Rossellini”:applausi per “La Donna nella Storia”

un momento dello spettacoloRiceviamo e pubblichiamo. Nel pomeriggio di martedì 15 Dicembre nell’Istituto Superiore per la Cinematografia e Televisione, meglio conosciuto come Cine-Tv “R. Rossellini” di Roma, ha avuto luogo, in occasione del 50ennale dell’Istituto, un interessante spettacolo teatrale multimediale “La Donna nella Storia tra Letteratura e Cinema”, organizzato dalle Ass.ni Extramoenia e ArchéoTheatron.

L’adattamento, per la regia di Agostino De Angelis, è stato un connubio di parole ed immagini che ha saputo dar vita ad un excursus interamente dedicato alla figura femminile. Tra stereotipi e luoghi comuni sono andate delineandosi e sono emerse diverse figure di donne: dalla donna oggetto raccontata da Erodoto nel suo “Mercato delle Mogli”, alla passionale Francesca del V canto Dantesco, ed ancora alla femmina-strega di Mario Boffo, non tralasciando la travolgente ironia degli spezzoni cinematografici con una straordinaria Sora Lella o quelli delle prime attrici del cinema muto quali la Bertini e la Loos.

L’ allestimento di una mostra dedicata ad Ingrid Bergman, composta da fotografie ed abiti di scena utilizzati come scenografia, a cura dell’Ass. ne Santa Marinella Viva, ha arricchito anche il percorso per giungere alla Sala Cinema. In scena gli studenti del Cine-Tv in qualità di voci recitanti Marco Scuotto, Yuri Mazza, Francesca Oliverio, Roberta Morelli, Luca Vassalli, Emanuele Bonin, Riccardo Montecchiarini e Edoardo Galli alla chitarra hanno condiviso la scena con l’attore siracusano Roberto Disma ed i giovani Leonardo Osimani e Carlotta Med (canto). L’aspetto tecnico cinematografico di ripresa, fotografia, gestione luci e fonica è stato anche questo a cura degli studenti dell’Istituto.

La manifestazione, rientra nel progetto nazionale di valorizzazione e promozione 2015/2016 “Luoghi, Memorie e Personaggi della Storia” ed è stata possibile grazie alla disponibilità del dirigente Maria Teresa Marano, della coordinatrice del corso serale audio-video Antonella Fusco e di tutto il corpo docenti.

Ryder cup a Roma, Franceschini: notizia  bellissima, farà bene anche a turismo "Nuova importante sfida organizzativa e turistica per Roma"

Riceviamo e pubblichiamo. “La Ryder Cup 2022 a Roma è una bellissima notizia per il nostro Paese e una nuova importante sfida organizzativa e turistica per Roma”. Così il Ministro dei beni e del attività culturali e del turismo, Dario Franceschini commenta la decisione presa dall’iinternational board della Ryder Cup di svolgere a Roma nel 2022 la più importante competizione di golf a squadre al mondo. “Il golf rappresenta uno sport che in questi anni ha visto aumentare costantemente il numero dei praticanti e degli appassionati, anche in Italia. Sono certo che il circuito di Roma rappresenterà un’attrazione suggestiva e irrinunciabile per tifosi e sportivi di tutto il mondo. Il turismo sportivo è notoriamente un segmento che produce molto reddito e che spesso si associa con quello naturalistico e culturale. Lavoreremo pubblico e privato insieme perché il nostro sistema ricettivo sappia farsi trovare pronto”.
Roma, 14 dicembre 2015

Ufficio Stampa MiBACT

Altri due successi per l’Italia Parma proclamata “città creativa per la gastronomia” e Roma “città creativa per il cinema”

 

Riceviamo e pubblichiamo. L’Italia segna a suo favore  altri due “punti Unesco” in questo caso si tratta di Parma che è stata ufficialmente proclamata oggi a Parigi, dall’Unesco “città creativa per la gastronomia” e di Roma“città creativa per il cinema”. Per quanto concerne Parma è la prima volta che una città italiana ottiene questo prestigioso riconoscimento internazionale. Il negoziato è durato circa sei mesi. La notizia è stata comunicata al sindaco di Parma Federico Pizzarotti da Irina Bokova, direttore generale di Unesco. Si conclude così positivamente l’iter avviato in primavera e concretizzatosi lo scorso 10 Novembre con la presentazione della candidatura a Parigi alla presenza dei massimi organismi Unesco. Insieme al Comune di Parma, che ha coordinato l’intera operazione attraverso l’assessorato alle attività produttive e turismo, hanno lavorato tutte le istituzioni e le associazioni della città, senza dimenticare il contributo dell’associazione di cuochi  “Chef to Chef” ed il sostegno della Regione Emilia Romagna. Le altre città creative per la gastronomia proclamate dall’Unesco sono : Bergen in Norvegia, Belem in Brasile, Burgos in Spagna e Phuket in Tailandia. Questo ambito riconoscimento  si aggiunge all’altro assegnato, forse con minore “laboriosità”  concernendo anche la  Città Eterna  già Patrimonio Mondiale dell’Umanità,  in queste ore  al nostro Paese sempre dall’Unesco che ha vaticinato: “Roma città creativa per il cinema”. Si tratta di due ambiti ovviamente differenti ma che, ciascuno per proprio conto, sono annoverabili in un contesto di grande cultura, anche se poi la realtà filmica si è “nutrita”spessissimo,  ed anche con delle gran belle “pellicole”, di situazioni enogastronomiche. È il caso di rammentare anche come, sempre l’Unesco, ha annoverato, già da qualche anno esattamente nel 2010,  la Dieta Mediterranea e con essa l’Italia nella Lista dei Patrimoni Culturali Immateriali dell’Umanità. Per quanto concerne il cinema, che vien ormai citata da vari decenni come “la settima arte”, è forse interessante sapere che fu Ricciotto Canudo, un noto critico cinematografico del XX secolo che coniò (nel 1911)  per il cinema, il termine di “settimana arte” includendolo nel suo “Manifesto delle sette arti”, ciò perché la cinematografia era l’ultima, temporalmente parlando, ad arrivare dopo l’architettura,  la scultura, la pittura, la musica, la letteratura e la danza tutte quelle che noi conosciamo come le “belle Arti”. A voler entrare, proprio un minimo, nell’argomento vi è da dire che, come tante altre cose “alte e nobili” culturalmente parlando, fu nell’antica Grecia che già si fece una netta distinzione fra le “arti superiori” (quelle succitate) e quelle “minori” certamente più prosaiche, tattili e numerose delle  sette sorelle “maggiori”. Comunque, come è dato vedere pure in questa occasione, il “treno” dell’Unesco ha fatto la sua,  anzi le sue due “fermate”, in territorio italiano;  e pensare (e forse questo non è molto noto)  che l’Italia, prima al mondo per Siti Unesco con i suoi 51 Patrimoni dell’Umanità, non è neppure rappresentata nello speciale decisionale Comitato di questa importantissima Agenzia dell’ONU.

Arnaldo Gioacchini

Roma: al via i corsi per formare “sentinelle antiterrorismo”

Riceviamo e pubblichiamo. Inizieranno sabato 5 dicembre i corsi di formazione interamente gratuiti per formare tassisti, ispettori del trasporto pubblico romano e volontari della protezione civile e far diventare queste persone vere e proprie sentinelle antiterrorismo e affinché possano avere la funzione di occhi vigili nel corso dell’imminente Giubileo.
Sarà inoltre organizzato un specifico corso rivolto agli agenti della polizia locale e della polizia provinciale che consentirà una maggior formazione specifica delle forze delle Polizie Locali da attivare nel territorio per il Giubileo a tutela della Capitale e dell’Italia.
Un progetto questo voluto ed organizzato dall’Associazione Difendiamo l’Italia dal Terrorismo e realizzato grazie al contributo tecnico-scientifico della École Universitaire Internationale.
I 500, uomini e donne, che parteciperanno al corso verranno formati operativamente dai più autorevoli esperti in tema di anti terrorismo e in nessun caso essi potranno interferire, frapporsi e scavalcare le forze dell’ordine nello svolgimento delle loro azioni e delle loro funzioni come meglio rappresentato in una nota inviata direttamente al Prefetto di Roma, Franco Gabrielli. Avranno un ruolo di osservatori consapevoli, i loro occhi vigili diventeranno preziosi alleati in chiave di prevenzione anti terroristica. In questo modo la città verrà moltiplicare il numero di persone formate, capaci nel dare la giusta chiave di lettura a fenomeni che possono tradursi in potenziali pericoli.
Si tratta di un attività mai realizzata per nessuna capitale internazionale che di fatto mette a disposizione i cittadini e le realtà pubbliche e private per la sicurezza della collettività. Tale accordo consente la messa a disposizione di personale civile e di polizia preparato per supportare Forze dell’Ordine ed Istituzioni nel monitoraggio e comunicazione del territorio in possibili situazioni a rischio.
L’accordo è stato sottoscritto dalle seguenti realtà: rappresentanze della Polizia Locale (UGL Autonomie, O.S.POL., SULPL e Associazione Professionale Polizia Locale), Associazione tutela legale taxi, A.N.VV.F.C. Delegazione URBE, Pubblica Assistenza – Protezione Civile ARVALIA Roma, Comitato Difendiamo Roma, A.R.V.U.C., Ispettori trasporto pubblico romano, ed École Universitaire Internationale. Si precisa che le rappresentanze sindacali e di categoria della Polizia locale hanno sottoscritto uno specifico protocollo d’intesa che consente la messa a disposizione di personale di polizia preparato alla sinergia con le altre forze dell’Ordine ed Istituzioni nel monitoraggio e comunicazione del territorio in possibili situazioni a rischio.

Roma 2 dicembre 2015

Roma: Terrorismo e Giubileo Domani Martedi 24 novembre 2015 ore 11 Palazzo Valentini, Sala Peppino Impastato Città Metropolitana di Roma, Via IV Novembre, 119/a

Riceviamo e pubblichiamo.La minaccia terroristica incombe su Roma, descritta dai massimi esperti di antiterrorismo internazionale come uno dei principali obiettivi sensibili italiani. Una condizione con la quale devono convivere ogni giorno milioni di semplici cittadini, siano essi abitanti della Capitale o turisti. Nel corso della conferenza stampa “TERRORISMO E GIUBILEO: ROMA SI MOBILITA”organizzata dal movimento DIFENDIAMO L’ITALIA DAL TERRORISMO e con il contributo tecnico-scientifico dell’ECOLE UNIVERSITAIRE INTERNATIONALE sarà illustrato nel dettaglio un importante accordo chiuso con alcune realtà della Capitale in termini di prevenzione e sicurezza e stilato un decalogo, rivolto ai cittadini, di cose utili da sapere in questo nuovo clima di tensione. Si tratta di un attività mai realizzata per nessuna capitale internazionale che di fatto mette a disposizione i cittadini e le realtà pubbliche e private per la sicurezza della collettività. Tramite le indicazioni, i suggerimenti e gli accorgimenti di alcuni dei massimi esperti nazionali di sicurezza verranno affrontate le tematiche del terrorismo attuale con il cambiamento di strategia che si è delineato a Parigi. Come si muoveranno i terroristi? Come prevenire le loro mosse? Dove realmente si finanziano? Come si riconoscono? Alla conferenza stampa interverranno:

Stefano Scaini, esperto in materiali esplodenti ed energetici. Docente presso la Marina Militare italiana. Docente universitario. Docente Eurojust. Consulente a disposizione per la Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Alessandro Montanari, esperto in sicurezza aeroportuale e siti sensibili. Formatore ENAC per la security aeroportuale e Trasporto Aereo. Certificato operatore della sicurezza ENAC.
Pietro Scuricini, Già Capo sezione cooperazione bilaterale con i Paesi dell’Africa, Stato Maggiore dell’Esercito.
Francesca Fanti, sociologa. Ricercatore École Universitaire Internationale. Autrice del libro di ricerca “The Lone Wolf – Il lupo solitario nell’evoluzione terroristica”
Sabrina Magris, presidente École Universitaire Internationale. Già docente COTIPSO-UN in Antiterrorismo e Nuove facce della comunicazione. Già docente incaricato NATO in negoziazione ostaggi. Psicologo investigativo.
Fabrizio Santori, Consigliere Regione Lazio già Presidente Commissione Sicurezza Comune di Roma

Per info e accrediti stampa
Ufficio Stampa Difendiamo L’Italia dal Terrorismo
Michele Ruschioni – ruschionimichele@gmail.com – 3289551503

Roma, 23 Novembre 2015

Roma- Sala della Promoteca piazza del Campidoglio la “Giornata Seminariale”

Riceviamo e pubblichiamo. Martedì 17 novembre 2015 L’educazione metropolitana Alleanze educative per la crescita della persona e delle relazioni sociali Con il contributo di: 2 L’EDUCAZIONE METROPOLITANA Alleanze educative per la crescita della persona e delle relazioni sociali In questo incontro presentiamo il libro “La mappa e il territorio: ripensare l’educazione tra strada e scuola”, che riporta una serie di interventi riguardanti direttamente o indirettamente la metodologia dei Maestri di Strada. Prima di essere la presentazione di un libro il seminario è occasione di incontro tra operatori e professionisti che da prospettive diverse si occupano di educazione dei giovani e in generale di educazione intesa come promozione di socialità e cittadinanza. Il titolo vuole richiamare l’attenzione sul fatto che nel ‘villaggio globale’ in cui anche ‘tre casettine dai tetti aguzzi’ in realtà fanno parte di una unica planetaria metropoli, è necessaria una educazione diversa da quella nata quattrocento anni fa nell’Europa delle piccole nazioni separate da guerre di religione. Abbiamo invitato persone che per aver occupato posizioni istituzionali si sono posti problemi riguardanti le politiche educative e sociali e persone che stanno tenendo vive esperienze di educazione e di integrazione che configurano un possibile nuovo paradigma pedagogico e sociale che abbia al centro la promozione della convivenza civile piuttosto che la competizione per una improbabile scalata sociale, che abbia al centro lo sviluppo umano delle persone e di tutto il loro potenziale di creazione e di libertà piuttosto che la preoccupazione di contenere devianze e degrado, che sia gioioso piuttosto che cupamente impegnato a passare in rassegna i disastri incombenti sulle sorti dell’umanità. Proprio per questo riduciamo al minimo gli interventi frontali in cui si espongono nel modo concettuale gli argomenti per dare invece spazio al confronto vivo in piccoli gruppi in cui ciascuno oltre a riflettere sui temi possa esprimere la ricchezza di esperienze che non sono replica stanca di paradigmi di cui si è perso il significato. 3 PROGRAMMA 9:00 – ACCOGLIENZA  Registrazione partecipanti 9:30 Apertura: L’EDUCAZIONE TRA POLITICHE SOCIALI E SCOLASTICHE o Francesca Danese o Marco Rossi Doria Introduce: Ginevra Baroncelli, Direttore dei servizi alla persona e alla collettività, Municipio Roma XII 10:00 – I sessione: L’educazione metropolitana RIFLESSIONI SUL LAVORO EDUCATIVO o La Mappa e il Territorio – Riflessioni sul lavoro educativo Cesare Moreno, Presidente Associazione Maestri di Strada onlus Francesco Tonucci, La città dei bambini e delle bambine: un binomio fantastico? Introduce: Martino Rebonato, Coordinatore Cabina di Regia L. 285/97, Roma Capitale 11:00 Pausa caffè. 4 11:30 – II sessione: CINQUE PAROLE CHIAVE PER RIPENSARE L’EDUCAZIONE TRA STRADA E SCUOLA Sottogruppi tematici di scambio e confronto 1. Educazione civile: educazione tra solidarietà umana e resistenza civile Conduce Ilaria Iorio, psicologa, maestra di strada 2. Periferie: educare le periferie ossia conoscere ed integrare ciò che sta alla periferia della mente, delle città e del mondo. Conduce Tiziana Sgubin, educatrice 3. Pensare: far accadere il pensiero: la riflessività come comportamento sociale, il gruppo riflessivo come contenitore che può rendere possibile il pensiero Conduce Francesca Andreani, educatrice professionale 4. Pedagogia errante: apprendere dai contesti, apprendere nelle transizioni, apprendere camminando Conduce Antonella Martini, sociologa 5. Alleanze educative: per crescere un uomo è necessaria una città intera: alleanze educative per una educazione metropolitana Conduce Luciana Lucarelli , insegnante Conduce13.30 pausa pranzo 5 15:00 – III sessione: NUOVE PAROLE PER NUOVE MAPPE Suggestioni dai gruppi o Educazione civile – Stefano Piscini, assistente sociale Municipio Roma XIII o Periferie – Salvo di Maggio, cooperativa sociale “Ermes” o Pensare – Massimo Taddia, associazione “Il Laboratorio” o Pedagogia errante – Simona Acqualagna, associazione “G.I.S. Marameo” o Alleanze educative – Gianluca Cantisani, associazione “Genitori Di Donato” Conduce: Cesare Moreno 17:00 – Conclusioni E’ POSSIBILE (RI)SCOPRIRE IL TERRITORIO COME RISORSA? Contributi di esperienze Elisabetta Giustini Dirigente IIS Urbani di Ostia Idroscalo Daniela Cirulli Ordine Assistenti Sociali Lazio Giovanna Micaglio Direttrice biblioteca Nicolini di Corviale Conduce: Giuseppe Fusacchia, dirigente scolastico presso Ministero dell’ Istruzione – Direzione Generale dello Studente – Ufficio IV – Disabilità e inclusione 18:00 termine lavori e consegna attestati 6 LE PAROLE CHIAVE o Educazione civile : Educazione tra solidarietà umana e resistenza civile La missione della scuola e dell’educazione è promuovere in tutte le giovani persone le capacità per vivere bene insieme. La solidarietà umana che consiste nel riconoscere se stessi nell’altro e nel sentire insieme la comune appartenenza ad una società viene a monte di qualsiasi altra forma di cooperazione sociale ed è anche la base per resistere a quanto di disumano e aggressivo viene dal potere e dalle disuguaglianze. o Periferie: educare le periferie, conoscere ed integrare ciò che sta alla periferia della mente, delle città e del mondo. Tre diverse periferie sono accomunate dal fatto che sono dimora di emozioni e sentimenti inespressi, di fatti che sono sgraditi alla mente razionale come all’ordine costituito. Molte politiche, molte correnti culturali tendono ad accentuare la separazione con il mondo periferico. Al contrario occorre promuovere l’integrazione, ossia la connessione tra ciò che è marginale con ciò che è centrale perché solo dall’integrazione deriva un reciproco arricchimento. o Pensare: la riflessività come comportamento sociale, il gruppo riflessivo come contenitore che può rendere possibile il pensiero Non si può educare la mente altrui se non si migliora continuamente la propria mente. Veniamo da una cultura che ci ha insegnato che il pensare sia un attività solitaria, ma più che pensare ci è stato insegnato a replicare pensieri altrui. Il pensiero che serve all’uomo è il pensiero che rigenera continuamente se stesso, pensiero riflessivo che consente di mantenere sempre aperta la connessione con le proprie radici esistenziali. Questo lavoro riflessivo si compie solo nell’interazione con gli altri. Educatori e docenti hanno bisogno di gruppi riflessivi per poter affrontare il loro lavoro con mente aperta e cuore vigile. o Pedagogia errante: apprendere dai contesti, apprendere nelle transizioni, apprendere camminando Nella complessità del mondo e delle metropoli non è possibile formare le nuove generazioni partendo da un paradigma pedagogico monolitico: si lavora per frammenti, si raccolgono per strada frammenti e reperti per costruire una personale conoscenza del mondo. I buoni educatori devono imparare questa pedagogia errante che consiste nel raccogliere le risorse strada facendo e nel trasformarle insieme ai giovani interlocutori lungo il percorso. o Alleanze educative : per crescere un uomo è necessaria una città intera Per crescere un bambino ci vuole un villaggio intero: è vero dalla notte dei tempi e forse il villaggio è nato per poter crescere i bambini. Questa idea si è largamente persa, pochi pensano e praticano un’educazione che sia alleanza tra il giovane, la famiglia, i diversi professionisti che si occupano di formazione. In molte pratiche educative è incorporata una immanente tendenza alla ‘correzione’ alla ‘prevenzione’ del male che fa apparire l’educazione quasi come una galera preventiva. L’alleanza educativa significa che diverse figure cooperano per sviluppare al massimo grado le potenzialità della giovane persona senza doversi preoccupare di tenerlo a freno: l’educazione o ò una pratica di libertà o non è. 7 IL PERCORSO DELLA GIORNATA La giornata mira a offrire ai partecipanti spunti di riflessione e a raccogliere proposte per un modo diverso di guardare al lavoro educativo con i giovani e ai territori nei quali questo si realizza. Per questo, le parole chiave offerte dalla pedagogia dei Maestri di Strada costituiscono un importante punto di partenza. Proprio perché “la mappa non è il territorio” è altrettanto importante che quanti intendono partecipare alla giornata abbiano la possibilità di farlo attivamente, contribuendo alla “mappatura” delle esperienze sul campo e delle visioni sul mondo che attengono il lavoro educativo. A tal fine saranno svolti i sottogruppi tematici, nei quali un conduttore (operatore sociale o scolastico) coordinerà gli interventi, faciliterà i contributi e raccoglierà gli stimoli emersi. Nel lavoro dei sottogruppi saranno presenti i relativi relatori della sessione pomeridiana, tutti referenti di realtà che operano da tempo nei settori sociale e scolastico. In qualità di osservatori, i relatori potranno seguire i lavori e rielaborare alla luce della propria esperienza gli stimoli emersi, restituendo alla plenaria del pomeriggio le opportunità di sviluppo che hanno immaginato grazie alle suggestioni offerte dai contributi dei partecipanti. A dimostrazione delle possibilità disponibili, la giornata si conclude con la testimonianza di attori di rilievo istituzionale in tema di collaborazione con le risorse territoriali: gli elementi indispensabili per la realizzazione delle esperienze e gli atteggiamenti che le hanno facilitate, sia storiche che recenti. 8 NOTE ORGANIZZATIVE  La partecipazione alla giornata è gratuita. In ragione di un numero limitato di posti disponibili, la partecipazione è subordinata alla prenotazione, che dovrà essere effettuata ENTRO venerdì 13 novembre, esclusivamente via e-mail all’indirizzo della segreteria organizzativa, contenente: o nome e cognome o qualifica o istituzione/organizzazione di appartenenza o sottogruppo tematico di preferenza  E’ stato chiesto l’accreditamento dell’evento all’ordine professionale degli assistenti sociali del Lazio. Il numero di crediti formativi sarà comunicato appena possibile.  L’attestato di partecipazione sarà disponibile al termine della giornata.  Per ulteriori informazioni, è possibile scrivere inviando una mail all’indirizzo della segreteria organizzativa.

Terrorismo e Giubileo, quanto rischia Roma? Conferenza internazionale a Roma il prossimo 24 novembre

Riceviamo e pubblichiamo. “Quanto è sicura la città di Roma contro gli attacchi terroristici, soprattutto in vista del Giubileo? E’ questa la domanda che oggi si pongono tutti i romani e cui cercheremo di dare risposta nell’ambito di una conferenza cittadina dal titolo “TERRORISMO E GIUBILEO, ROMA SI MOBILITA”, occasione in cui interverranno i massimi esperti operativi italiani e internazionali coordinati dall’École Universitaire Internationale, istituto italiano accademico che si occupa di formazione e ricerca nell’ambito della pace e la sicurezza, con sedi operative a Roma e Firenze. Fa parte dei circa mille istituti nel mondo ritenuti di impatto accademico (UN Academic Impact) dalle Nazioni Unite. Dopo Parigi tocca a Roma, Washington e Londra. Con queste minacciose rivendicazioni le istituzioni e i romani non possono rimanere inermi” così in una nota il movimento DifendiAMO L’ITALIA DAL TERRORISMO nell’annunciare l’iniziativa che si svolgerà a Roma il prossimo 24 Novembre 2015

Municipi – Giudici: non dovremmo restare in carica Assurda decisione del prefetto è accanimento terapeutico.

Riceviamo e pubblichiamo: “Da consigliere eletto in un municipio chiedo che il prefetto di Roma cambi idea e chiuda l’esperienza dei municipi capitolini. Sono pronto a decadere e a rinunciare all’incarico che svolgo con grande passione, ma fino a quando gli esponenti del Pd saranno in carica nel mio e negli altri municipi di Roma devo restare a combattere e vigilare contro le loro malefatte e per garantire la trasparenza dell’azione amministrativa, per il bene dei nostri quartieri e dei cittadini. Anche perchè la si può raccontare come si vuole, ma la recente storia di Roma è una disfatta per tutto il centrosinistra capitolino che si è dimostrato completamente inaffidabile e incapace di governare ad ogni livello”. Lo dichiara in una nota Marco Giudici, consigliere e presidente della commissione trasparenza del Municipio XII.  “L’assurda decisione del Prefetto Gabrielli di mantenere in vita gli organi dei municipi – prosegue Giudici – servirà ad aiutare i presidenti e le giunte locali a farsi campagna elettorale con le casse pubbliche. Oltretutto la giunta Maltese del Municipio XII è stata peggio della giunta Marino e i cittadini vogliono cancellare ogni odore di questa esperienza politica fallimentare. Chiedo che si metta fine a questo accanimento terapeutico ai municipi”.

Roma, 4 novembre 2015

1 2