Vigili. Noi Cielo Azzurro si scaglia contro Minghella Dura presa di posizione del movimento giovanile che attacca l'amministrazione

I MEZZI DEI VIGILI URBANISANTA MARINELLA – Il Movimento giovanile Noi Cielo Azzurro, attacca l’amministrazione comunale sulla questione relativa al Comando della Polizia Locale. “Ci sono tre mezzi in disuso ed ora manca anche la benzina a quelli in funzione – dicono i rappresentanti del movimento – costringendo così gli stessi vigili a mettere le mani in tasca per pagarsi il carburante altrimenti non possono più svolgere i loro servizi con le autovetture ed è vergognoso. Il delegato al bilancio Minghella, cerca di salvare la faccia, dando colpa al mal funzionamento delle schede prepagate. Caro delegato al bilancio – dicono i volontari rivolgendosi a Minghella – le barzellette non le sai neanche raccontare, i cittadini di Santa Marinella non vi credono più.

Inoltre, per quanto ne sappiamo, pare che i vigili siano anche a corto di divise. Ora darete sicuramente la colpa al sarto che non le ha ancora preparate. E’ da tempo che annunciamo il fallimento totale di questa amministrazione che, trovandosi al terzo anno del suo mandato, sta riducendo questa cittadina ad un cumulo di immondizia, strade malandate, marciapiedi sporchi, per non parlare poi della politica sportiva, turistica e culturale completamente assente. Se al sindaco Bacheca è ancora rimasta qualche frazione di onestà intellettuale, deve ammettere a se stesso e all’intera cittadinanza che ha fallito, soprattutto nel circondarsi di assessori consiglieri e delegati che occupano un posto pagato profumatamente da noi, senza poi svolgere il ruolo a cui sono demandati, lasciando così la città nel degrado più totale. Ormai tutte le località del litorale ci hanno superato dal punto di vista culturale, turistico e sportivo, ma soprattutto dal punto di vista del decoro urbano”. “Ora -concludono dal movimento – vogliamo dire al delegato alla polizia locale Calvo e al sindaco Bacheca dello stato pietoso in cui versa il comando di polizia locale. Non curanti di tutto ciò, si faranno fotografare a Santa Severa a fianco delle macchinette dei ticket per le strisce blu, convinti che esse porteranno il turismo d’elite”.